Marmellata di arance calabresi

Pubblicato il 23 Febbraio 2014

Marmellata di arance calabresi

La marmellata di arance calabresi preparata a modo mio, una delizia da gustare al cucchiaio, spalmata sul pane, con dolci, crostate e bocconotti di pasta frolla.

L'arancia di Calabria e un prodotto naturale e soprattutto unico. Le confetture realizzate con questi, agrumi ereditano tutto il sapore e tutta la tipicità che conferisce loro una terra unica al mondo.

 

La Calabria, nel centro del Mediterraneo, è una terra vocata alla coltivazione delle arance. Grazie alle sue caratteristiche climatiche esclusive si ottiene un frutto unico per la sua genuinità e per il suo gusto. L'arancia calabrese è ricca di sali minerali e di vitamine, è l'ideale per un'alimentazione sana e genuina all'insegna del benessere.

E’ famosa per la produzione calabrese di arance Tarocco, Moro, Valencia, Washington, Navelina e Clementine.

Queste arance sono buone da mangiare, da spremere, per farne insalate, dolci e gustosissime marmellate. Per le confetture basta avere l’accortezza di scegliere quelle con la buccia integra. Ecco la ricetta della marmellata di arance calabresi

Ingredienti
Dosi per tre vasetti da 250 grammi

  • 5 arance 
  • 500 ml succo di arancia
  • 550 g zucchero semolato
  • 1 cucchiaino di zenzero
  • 2 limoni 

Lavate e asciugate le arance. Sbucciatele con un coltello affilato e tagliare la polpa a pezzetti. Tagliuzzare finemente anche la buccia di tre arance privata dalla parte interna bianca. Mettere a riscaldare insieme al succo e le scorzette. Unite lo zucchero e lo zenzero. Fate arrivare a bollore e cuocete mescolando di tanto in tanto. Prima che la marmellata arrivi alla consistenza desiderata, aggiungere il succo dei limoni. Il succo del limone impedirà alla marmellata di assumere un antiestetico colore scuro e anche l’uso della pectina. 

Per controllare la consistenza della marmellata, prendetene un cucchiaino e lasciatelo scivolare su un piatto inclinato. Se la marmellata non scivola, vuol dire che è pronta. Versate la marmellata in barattoli ben asciutti e sterilizzati, quindi, chiudete ermeticamente. Se la marmellata deve essere conservata a lungo, è bene far bollire i vasetti in acqua per dieci minuti.